Contenuto Principale
Ultime Notizie

Ricerca nel sito

2° Raduno Camion

2° Raduno Camion

 

Capitolo autovelox: diramate nuove disposizioni in favore degli autisti PDF Stampa E-mail
Normativa
2024
28
Maggio

Nel pieno interesse di tutelare la sicurezza della circolazione, sono state poste dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti nuove regole sul posizionamento degli autovelox e sulle sanzioni.

AutoveloxNella giornata odierna di martedì 28 maggio il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha emesso una circolazione in merito alla questione, spinosa, degli autovelox.

Con l’obiettivo di far sparire gli autovelox da dietro alle curve o sulle strade cittadine dove il limite di velocità è inferiore ai 50 km/h, il Ministro Salvini ha voluto porre l’attenzione sull’importanza degli autovelox per la tutela della sicurezza della circolazione presso scuole, asili e ospedali. Lo stesso Ministro ha dichiarato in merito: “Basta fare cassa sulla pelle degli automobilisti, basta multe selvagge. I rilevatori di velocità saranno installati solo per prevenire incidenti e non dovranno essere una trappola senza particolari esigenze di sicurezza per chi viaggia ogni giorno sulle strade”.

Stando alle nuove disposizioni, i tratti di strada su cui gli autovelox saranno installati dovranno essere individuati tramite un provvedimento del prefetto.

Un’altra novità importante è quella riguardante la segnalazione di tali dispositivi: andranno segnalati almeno 1 chilometro prima fuori dei centri abitati, 200 metri sulle strade urbane e 75 metri sulle altre strade.

Inoltre, gli autovelox non potranno più essere utilizzati nei tratti di strada urbani nel quale è già previsto un limite inferiore ai 50 km/h. Per quanto riguarda le strade extraurbane potranno essere utilizzati solamente nel caso in cui il limite di velocità previsto in un determinato tratto di quella strada non sia inferiore di 20 km/h rispetto al limite originario previsto dalla medesima strada.

Per concludere, l’utilizzo dei dispositivi a bordo di un veicolo mobile sarà consentito solamente in presenza di una contestazione immediata, in caso contrario dovranno essere scelte postazioni fisse o mobili visibili. Queste nuove regole sono valide fin da subito, tuttavia il Ministro concede un periodo transitorio di 12 mesi per permettere ai sindaci di adeguare al meglio i propri comuni in favore di queste nuove disposizioni.

© TN Trasportonotizie - Riproduzione riservata

Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. Chiudendo questo banner acconsenti all’'uso dei cookie. Se vuoi avere ulteriori informazioni o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la privacy policy.

Accettare i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information