Contenuto Principale
Ultime Notizie

Ricerca nel sito

2° Raduno Camion

2° Raduno Camion

 

L'UE chiede aree di sosta più sicure per camionisti e carico PDF Stampa E-mail
Istituzioni
2021
30
Novembre

Il Parlamento Europeo ha votato a favore di una risoluzione per migliorare le condizioni di sicurezza delle aree adibite alla sosta dei mezzi per il trasporto di merci. 

Casello autostrade

Con 681 voti a favore, 1 contrario e 13 astenuti, il PE approva la risoluzione in favore dell'autotrasporto, con la quale si chiede di finanziare gli interventi per la messa in sicurezza dei parcheggi all'interno dell'UE, adibiti alla sosta e riposo dei camionisti impegnati nel trasporto delle merci. 

Il provvedimento nasce dalla necessità di garantire condizioni migliori per gli autotrasportatori impegnati su lunghe tratte, i quali effettuano diverse soste notturne in parcheggi e aree lungo strade e autostrade.

L'aumento dei crimini ai danni di camionisti e mezzi è stato definito allarmante dagli eurodeputati che hanno quindi deciso di aumentare i finanziamenti e di chiedere un maggior coordinamento tra gli Stati membri per combattere la criminalità organizzata

Secondo quanto contenuto nel documento, l'aumento della sicurezza "aiuterebbe a rispondere alla carenza di autisti", criticità che si riscontra a diversi livelli nei Paesi aderenti all'Unione. 

I finanziamenti dovrebbero quindi essere destinati al miglioramento delle infrastrutture di parcheggio già esistenti, all'implementazione di un sistema di emergenza per gli autisti che abbatta le barriere linguistiche e permetta al camionista in pericolo di poter segnalare e ricevere soccorso e alla creazione di strumenti che consentano di riservare il posto nelle aree di parcheggio sicure. 

Infine, la risoluzione mira a garantire uno standard minimo comune europeo delle strumentazioni, servizi e dotazioni disponibili in queste aree sicure. 

© TN Trasportonotizie - Riproduzione riservata

Facebook TNTwitter TN

 

 

L'intervento del Governo

 

Con il Decreto Bollette di fine settembre l'esecutivo cerca di contenere gli aumenti previsti sulle bollette di luce e gas a partire dal 1° ottobre, azzerando le aliquote sugli oneri di sistema per le piccole e piccolissime imprese.

Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. Chiudendo questo banner acconsenti all’'uso dei cookie. Se vuoi avere ulteriori informazioni o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la privacy policy.

Accettare i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information