Contenuto Principale
Ultime Notizie

Ricerca nel sito

2° Raduno Camion

2° Raduno Camion

 

Riapertura dei magazzini: prime movimentazioni delle merci PDF Stampa E-mail
Logistica
2020
15
Aprile

In attesa dell'avvio della "Fase 2", dopo le festività Pasquali le aziende industriali possono riaprire i propri magazzini, consentendo le prime movimentazioni delle merci. 

Camion

Con il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 10 aprile 2020, è stata introdotta la possibilità di riaprire i magazzini delle aziende industriali che potranno riprendere l'approvvigionamento di materie prime e la consegna dei prodotti lavorati e semilavorati, a partire dal 14 aprile 2020. 

Si stima che saranno circa 400 mila i container che, bloccati nei porti, interporti e centri di distribuzione, riprenderanno a viaggiare, evitando altresì la paralisi di questi hub logistici. 

"Molti grandi porti infatti, come La Spezia, Venezia, Trieste e Ravenna, hanno dovuto fare i conti nelle ultime settimane con un esubero di giacenze di container sulle banchine; un disagio che ha avuto effetti a cascata sull’intera filiera logistica, fino ad arrivare all’autotrasporto che ha avuto meno merce a disposizione da mettere in circolazione."

Il blocco, iniziato lo scorso 22 marzo 2020, ha causato pesanti ripercussioni nel settore della logista e questa riapertura potrebbe portare una ventata di ossigeno anche nel settore dei trasporti. Infatti, sono molte le aziende che intendono rifornirsi per giungere pronte e immediatamente operative alla ripresa dell'attività. 

La riapertura dei magazzini rappresenta una sorta di momento preparatorio alla cosiddetta "Fase 2" in corso di progettazione in questi giorni al Governo. 

© TN Trasportonotizie - Riproduzione riservata

Facebook TNTwitter TN

Per quanto riguarda più nello specifico le condizioni di lavoro dei conducenti, si è concordato che il trasportatore sarà tenuto a organizzare gli orari di lavoro dei conducenti in modo che questi possano tornare al proprio domicilio almeno una volta ogni quattro settimane o, se il conducente sceglie di prendere due riposi settimanali ridotti, dopo tre settimane sulla strada.

Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. Chiudendo questo banner acconsenti all’'uso dei cookie. Se vuoi avere ulteriori informazioni o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la privacy policy.

Accettare i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information