Vertice italo-francese, traffico stradale in sicurezza Stampa
Normativa
2012
04
Dicembre

Ieri, in occasione del XXX Vertice bilaterale Francia-Italia, il Vice Ministro alle Infrastrutture e ai Trasporti, Mario Ciaccia, e il Ministro dei Trasporti francese, Frédéric Cuvillier, hanno firmato due Dichiarazioni volte a garantire un maggior livello di sicurezza del traffico stradale, senza aumentarlo, nel rispetto della Convenzione per la protezione delle Alpi.

Vertice italo franceseRinviamo alla lettura dell'articolo Protocollo Trasporti della Convenzione delle Alpi, arriva il sì definitivo della Camera per avere maggiori informazioni in merito alla suddetta Convenzione.

Ciaccia, con riferimento alle Dichirazioni sottoscritte ieri, ha dichiarato che “l’obiettivo è di assicurare la continuità dei collegamenti tra l’Italia e la Francia, anche mediante la definizione di vincoli specifici al transito delle merci”.

In primo luogo, le decisioni assunte durante il Vertice interessano il tunnel autostradale del Monte Bianco e il traforo del Frejus.

Si è deciso che gli aumenti tariffari per il tunnel del Monte Bianco, stabiliti per il biennio 2013-2014 dalla Dichiarazione bilaterale del 2009, saranno distribuiti su un periodo più lungo, il triennio 2013-2015. I fondi previsti dagli adeguamenti tariffari verranno assegnati a progetti in favore dell’intermodalità, della sicurezza e delle infrastrutture a basso impatto ambientale.

Quanto al Frejus, l’attuale galleria di sicurezza del traforo sarà trasformata in galleria di transito, con una sola corsia per senso di marcia, mentre sarà attuato uno specifico contingentamento alla circolazione degli automezzi pesanti. In tal modo le Dichiarazioni ministeriali hanno inteso "assicurare un maggior livello di sicurezza nei transiti, nel rispetto della Convenzione per la protezione delle Alpi, e consentire altresì di realizzare le operazioni di manutenzione straordinaria sull’opera, garantendo la continuità dei collegamenti tra il Piemonte e la Savoia", come rende noto un comunicato del nostro Ministero dei Trasporti.

Nel corso del colloquio tra Ciaccia e Cuvillier è stato anche preso atto dei passi compiuti nell’iter di realizzazione del nuovo tunnel di Tenda che aprirà un nuovo sbocco dall’Italia verso la Costa azzurra. Ricordiamo che sul versante italiano i lavori sono partiti lo scorso 22 ottobre.

Infine, le parti hanno deciso di ratificare l’Accordo sull’Autostrada Ferroviaria Alpina (AFA) e di rilanciare immediatamente la procedura di gara in modo da arrivare all’aggiudicazione del servizio entro i primi mesi del 2013. L’Autostrada Ferroviaria Alpina sposterà il traffico merci dalla gomma alla rotaia, anticipando così il trasferimento modale che sarà pienamente realizzato con l'entrata in funzione della TAV Torino-Lione.

© TN - TRASPORTONOTIZIE  Riproduzione riservata

 

Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. Chiudendo questo banner acconsenti all’'uso dei cookie. Se vuoi avere ulteriori informazioni o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la privacy policy.

Accettare i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information