Contenuto Principale
Ultime Notizie

Ricerca nel sito

I dati dell'osservatorio Traspo day sulla crisi dell'autotrasporto PDF Stampa E-mail
Istituzioni
2013
17
Luglio

Una studio pubblicato dall'Osservatorio Traspo Day, sulle analisi Istat 2012,  rivela i dati della crisi del trasporto delle merci.


trasporto-merci-su-gommaIn meno di 5 anni la quantità di tonnellate movimentate nel paese su strada si sono ridotte dell'11%, da 1,5 mld a 1,3 mld, l'Italia resta la quinta nazione europea per traffico stradale di merci, dopo la Germania, Polonia, Spagna e Francia.
Il trend negativo inizia nel 2005, molto prima della crisi economica globale che tutt'oggi si riflette sul mercato europeo, il 25% in meno dei chilimetri percorsi è indice di una crisi ben più radicata nel settore autotrasporti. L'aumento dell'offerta ha provocato una moltiplicazione delle aziende di trasporto riducendo la fetta di domanda, una competizione poco regolamentata che ha sconvolto i profitti delle società, non permettendo una equa distribuzione sul mercato.
Le prime tre regioni italiane che trafficano più merce su strada originano quasi il 56% (in termini di tonnellate, dati Istat 2011) del totale nazionale (Lombardia 21%, Emilia Romagna 13%, Veneto 12%, Piemonte 9%), seguite poi dal Centro-Ovest Italia, lo stess discroso per le merci in arrivo: Lombardia 19%, Emilia Romagna 13%, Veneto 11%, Piemonte 9%.
Più della metà delle merci spedite (55%) avvengono in un raggio di 50 km, per raggiungere il 70% il raggio di percorrenza aumenta di 100 km.
Una forte concentrazione si nota sulle classi di percorrenza inferiori ai 200 chilometri, mentre per le classi superiori si è sensibilmente ridotto il peso, una tendenza che premia la politica europea della medio-breve percorrenza.

© TN - TRASPORTONOTIZIE Riproduzione Riservata

 

Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. Chiudendo questo banner acconsenti all’'uso dei cookie. Se vuoi avere ulteriori informazioni o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la privacy policy.

Accettare i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information