Contenuto Principale
Ultime Notizie

Ricerca nel sito

Il Lean Supply Chain nell'era 4.0 PDF Stampa E-mail
Mondo TN
2020
08
Settembre

Quando parliamo di lean supply chain parliamo di aziende che hanno una filiera efficace, snella ed efficiente.

Logistica

 Questo porta sicuramente un vantaggio strategico, perché questo tipo di organizzazione si basa su delle regole ben precise volte all’efficientamento aziendale tramite l’eliminazione degli sprechi e delle attività che non creano valore. Prima di parlare di Lean supply chain andiamo a chiarire il concetto di supply chain.

Cos’è una supply chain?

È la rete di tutti gli individui, organizzazioni, risorse, attività e tecnologia coinvolti nella creazione e vendita di un prodotto, dalla consegna dei materiali di base dal fornitore al produttore, fino alla sua eventuale consegna all’utente finale. Il segmento della catena di approvvigionamento, coinvolto nella consegna del prodotto finito dal produttore al consumatore è noto come canale di distribuzione. Gestire con successo la supply chain è essenziale per qualsiasi azienda che spera di essere competitiva sul mercato.

 

Perché la gestione di una supply chain è così importante?

Una supply chain efficiente e ottimizzata ha come vantaggio il corretto adempimento degli ordini dei clienti per un’azienda. Se gestito correttamente, può anche comportare costi molto più bassi e un ciclo di produzione più veloce.

Il termine generico supply chain copre la produzione e lo sviluppo del prodotto, l’approvigionamento, a logistica e altro ancora. Senza di essa, le aziende corrono il rischio di ridurre i propri clienti e di perdere un vantaggio competitivo nei rispettivi settori.

Il vantaggio competitivo può essere sostanzialmente suddiviso in vantaggio di costo e vantaggio di valore. Nel primo caso si giocherà tutto sul contenimento dei costi mentre nel secondo si offrirà un valore superiore.

La supply chain può giocare un ruolo determinante in entrambe le tipologie perché aiuta a migliorare l’efficacia e la produttività e di conseguenza i costi ma, al contempo, come si vedrà di seguito, contribuisce già nella fase della sua progettazione ad elaborare il valore per il cliente. Proprio per questa sua capacità può essere identificata anche come “catena del valore”.

Quest’ultima si compone di attività primarie (logistica in ingresso e in uscita, operations, marketing e vendite, servizi) ed attività di supporto (gestione delle risorse umane, infrastruttura, approvvigionamento e sviluppo della tecnologia) che devono essere svolte adeguatamente e in maniera migliore rispetto ai concorrenti per riuscire ad ottenere un vantaggio.

Ogni organizzazione deve, a tal fine, analizzare tutte le attività della propria value chain per determinare se sono svolte correttamente, contribuendo così alla creazione di valore. Come si può dedurre anche in questa circostanza si ragiona in ottica di miglioramento e di caccia agli sprechi.

Ora che abbiamo spiegato l’importanza e i vantaggi di una corretta gestione e organizzazione di una supply chain dobbiamo farci una domanda: come possiamo renderla snella? La combinazione tra la metodologia lean e la filosofia del Supply Chain Management, porta alla nascita di un nuovo approccio, il Lean Supply Chain (LSC).

Un approccio che può essere implementato con successo da quelle organizzazioni che desiderano snellire i loro processi, eliminare gli sprechi e le attività che non creano valore lungo tutta la catena di creazione del valore, e la ricerca di metodologie per eliminarli.

Il Lean Supply Chain è identificabile con un sistema che rende capaci di ridurre i costi, incrementare la flessibilità e migliorare i prodotti prima che vengano realizzati. Lo scopo è migliorare continuamente tutti i processi e le attività della supply chain per riuscire a soddisfare le richieste dei clienti meglio della concorrenza.

Ci si focalizza sul prodotto e sulle sue caratteristiche, invece che sull’organizzazione. Infatti i principi lean inizialmente sviluppati per il settore manifatturiero possono essere implementati anche dalle funzioni di supporto al processo produttivo.

Nel prossimo numero parleremo dei principi base del lean supply chain.

Articolo di Davide Spitale tratto dal TN 4/2020 anno XXII

© TN Trasportonotizie - Riproduzione riservata

Facebook TNTwitter TN

 

Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. Chiudendo questo banner acconsenti all’'uso dei cookie. Se vuoi avere ulteriori informazioni o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la privacy policy.

Accettare i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information