Contenuto Principale
Ultime Notizie

Ricerca nel sito

Accertamento mancati pagamenti sulla Pedemontana PDF Stampa E-mail
Normativa
2018
23
Dicembre

A fine settembre Autostrada Pedemontana Lombarda (APL) ha reso noto che dal 29 settembre 2018 sarebbero state avviate le attività di accertamento dei mancati pagamenti del pedaggio autostradale sui tratti in concessione (A36, A59, A60).

caselloIn caso di mancato pagamento del pedaggio autostradale entro il termine di 15 giorni dalla data del transito, è prevista una sanzione amministrativa ai sensi del Codice della Strada di importo da euro 85,00 a euro 338,00 nonché la decurtazione di 2 punti dalla patente di guida dell’effettivo trasgressore.

A seguito delle numerose notizie apparse sui giornali, inerenti le attività di accertamento dei mancati pagamenti del pedaggio, la Società precisa che si tratta di attività previste dal Codice della Strada.

L’art. 176, infatti, stabilisce che “Sulle autostrade e strade per il cui uso sia dovuto il pagamento di un pedaggio (…) i conducenti devono corrispondere il pedaggio secondo le modalità e le tariffe vigenti”.

Compito di qualunque Concessionario, dunque, è quello di svolgere tutte le attività necessarie all’accertamento della violazione dell’obbligo di pagamento del pedaggio, che sono preliminari all’irrogazione della sanzione amministrativa elevata esclusivamente dalla Polizia Stradale.

In Italia, tra i Concessionari, APL è la prima e unica autostrada ad aver adottato il sistema di esazione Free Flow che ha introdotto l’indubbio vantaggio di avere eliminato le barriere fisiche dei vecchi caselli, agevolando il viaggio degli utenti.

Di contro, l’assenza dei vecchi caselli ha purtroppo favorito il malcostume di coloro che omettono il pagamento del pedaggio nei termini stabiliti dalla Concessionaria, che registra di conseguenza una percentuale di mancati pagamenti di gran lunga superiore a quella normalmente registrata dalle altre Concessionarie che invece sono dotate di barriere fisiche.

Tale fenomeno costringe oggi la Società a procedere nei confronti di tutti coloro che omettono il pagamento del pedaggio autostradale. Esiste, infatti, un numero elevatissimo di evasori abituali che, da mesi se non da anni, utilizzano la nostra autostrada omettendo il pagamento (obbligatorio per legge), convinti che tale condotta non verrà in alcun modo perseguita.

La Società è assolutamente convinta che tale scelta, oltre ad essere un atto dovuto per legge, dimostri il rispetto e la riconoscenza nei confronti di tutti quegli utenti che diligentemente utilizzano la nostra infrastruttura e ottemperano ai propri obblighi di pagamento.

© TN Trasportonotizie - Riproduzione riservata

Facebook TNTwitter TN

Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. Chiudendo questo banner acconsenti all’'uso dei cookie. Se vuoi avere ulteriori informazioni o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la privacy policy.

Accettare i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information