Contenuto Principale

Ricerca nel sito

Contributi formazione, come presentare le domande PDF Stampa E-mail
Normativa
2015
25
Settembre

Da lunedì 28 settembre i trasportatori interessati ai corsi di formazione professionale possono presentare domanda di accesso ai finanziamenti pubblici.

Soldi2Come presentare le domande

Le domande per accedere ai contributi si possono presentare da lunedì 28 settembre, fino al 30 ottobre 2015, accedendo al sito web www.ilportaledellautomobilista.it.

Per poter presentare la domanda, il richiedente dev'essere già registrato sul Portale dell’Automobilista come categoria di utenza “Impresa”, e avere così le credenziali di accesso (user ID e password).

Trovate al seguente link le istruzioni per registrarsi al Portale dell'Automobilista: https://www.ilportaledellautomobilista.it/web/portale-­‐automobilista/guida-­‐alla-­‐registrazione

Una volta effettuato l'accesso al Portale dell'Automobilista, il richiedente può accedere al servizio online di presentazione delle domande tramite l’apposito link: “Incentivi Formazione Autotrasporto”. A questo punto segue le indicazioni fornite dal Ministero al seguente link: http://www.mit.gov.it/mit/mop_all.php?p_id=24263

 

Chi può usufruire dei finanziamenti pubblici

A poter usufruire dei 10 milioni di euro stanziati quest'anno per la formazione nell'autotrasporto, sono le imprese di autotrasporto merci per conto terzi, con sede principale o secondaria in Italia, iscritte al Registro Elettronico Nazionale e quelle che esercitano esclusivamente con veicoli di massa complessiva fino a 1,5 tonnellate, iscritte all’Albo nazionale degli autotrasportatori.

Tali imprese possono presentare domanda di accesso ai contributi se i loro titolari, soci, amministratori, dipendenti o addetti partecipano ad iniziative di formazione o aggiornamento professionale, generale o specifico, volte all'acquisizione di competenze adeguate alla gestione d'impresa ed alle nuove tecnologie, per promuovere lo sviluppo della competitività, l'innalzamento del livello di sicurezza stradale e di sicurezza sul lavoro.

 

Le attività formative e i contributi massimi erogabili

Come accadeva gli anni scorsi, sono esclusi da tali iniziative formative i corsi di formazione finalizzati all'accesso alla professione di autotrasportatore e all'acquisizione o al rinnovo di titoli richiesti obbligatoriamente per l'esercizio di una determinata attività di autotrasporto.

I fondi pubblici potranno essere usati dagli autotrasportatori fino ad un massimo di 150.000 euro per impresa (o, nel caso di raggruppamento di imprese, per ogni impresa che partecipi concretamente all'attività formativa).

Le attività formative dovranno essere avviate a partire dal 1° dicembre 2015 e completate entro il 31 maggio 2016.

I contributi saranno erogati al termine della realizzazione delle attività formative, previo invio - entro il 10 giugno 2016 - di apposita rendicontazione dei costi sostenuti.

Il contributo massimo, pari a 150.000 euro a impresa, è limitato a questi massimali:

  -  ore di formazione: 50 per ciascun partecipante (nel 2014 erano 30);
  -  compenso della docenza in aula: 120 euro per ogni ora; 
  -  compenso dei tutor: 30 euro per ogni ora; 
  -  servizi di consulenza a qualsiasi titolo prestati: 20% del totale dei costi ammissibili.

Per ogni progetto formativo, la formazione a distanza non potrà superare il 20% del totale delle ore di formazione (nel 2014 era il 10%).

© TN Trasportonotizie - Riproduzione riservata 

Facebook TNTwitter TN

 

 

Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. Chiudendo questo banner acconsenti all’'uso dei cookie. Se vuoi avere ulteriori informazioni o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la privacy policy.

Accettare i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information