Contenuto Principale

Ricerca nel sito

Transpotec 2015, numeri da record per Assotrasporti PDF Stampa E-mail
Eventi
2015
22
Aprile

L’edizione 2015 del Transpotec Logitec di Verona si è appena conclusa. In quattro giorni di fiera Assotrasporti ha partecipato attivamente alla manifestazione, con molti momenti d’incontro ed intrattenimento.

Transpotec2015 StandL’ampia area espositiva di Assotrasporti ha accolto centinaia di visitatori tra autotrasportatori, autisti, esponenti politici ed esperti del settore. L’associazione ha ascoltato le problematiche degli autotrasportatori che hanno visitato lo stand, raccogliendo le loro proposte per poi integrarle nel programma di riforma del settore. Un’azione doverosa - quella dell’ascolto della categoria - che tuttavia sembra non essere di moda tra le altre associazioni.

Non solo azione sindacale, ma anche momenti di formazione sulla sicurezza stradale, tema cardine della manifestazione internazionale patrocinata da Assotrasporti. Durante la fiera infatti è stata fatta formazione ai visitatori grazie all’”aula virtuale” presente all’interno dello stand, con approfondimenti in tema di sicurezza, controlli su strada e molto altro ancora.

Un’aula che è diventata reale con il simulatore di guida e grazie agli esperti istruttori dell’associazione A.S.D. Una formazione di vitale importanza, che ha permesso ai visitatori di testare le loro abilità nel condurre un veicolo in condizioni critiche.

Ma non è finita qui. Ogni giorno Assotrasporti, insieme a TN Trasportonotizie e altre associazioni come Cepi-Uci e Un.i.coop Trasporti, ha organizzato convegni e workshop patrocinati dal CIRT, il Centro Ricerche e Trasporti dell’Università di Genova.

I temi sono quelli “caldi” del trasporto merci su strada e hanno avuto l’obiettivo di raccogliere proposte concrete da portare alle istituzioni competenti. In primis si è parlato di Sistri, dalla cui discussione l’On. Terzoni, uno dei relatori presenti, ha offerto la massima disponibilità a presentare un’interrogazione parlamentare e a chiedere la sospensione immediata delle sanzioni fino alla reale ed effettiva entrata in funzione del nuovo sistema. Il Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti, pur non potendo partecipare per impegni istituzionali, ha voluto in ogni caso lasciare il suo contributo al workshop con un intervento dedicato.

Da sempre attenta a ridurre i costi per l’azienda, in un secondo convegno Assotrasporti ha proposto soluzioni efficaci per le imprese quali il retrofit elettrico ed i sistemi bi-fuel, tematiche portate avanti dal Vicepresidente della VIII Commissione Trasporti alla Camera On. Ivan Catalano. È stato inoltre presentato l’innovativo progetto Os.car, grazie all’intervento del Direttore del Centro di Ricerca sulla Logistica dell’Università Luic, il Prof. Fabrizio Dallari.

Di dumping sociale e cabotaggio si è discusso durante il convegno di punta del sabato, dal quale si è da subito instaurata una costruttiva discussione tra i relatori e gli autotrasportatori presenti in sala. In particolare Giancarlo Codazzi, Presidente UNRAE Sezione Veicoli Industriali e CEO MAN Truck & Bus Italia, ha mostrato una ricerca condotta dall’associazione dei costruttori esteri, ricordando i 25.000 veicoli persi in Italia negli ultimi 5 anni, con conseguenti ingenti perdite economiche.

Dal dibattito è emersa una puntuale riflessione: persino le case costruttrici straniere si sono accorte dell’inversione del rapporto tra veicoli italiani rispetto a quelli stranieri sulle nostre strade, questi ultimi in costante crescita. Il Presidente di Assotrasporti Secondo Sandiano ha dunque ringraziato l’UNRAE per l’attenzione posta a questa problematica, che dovrebbe essere di competenza delle amministrazioni e delle altre associazioni sindacali, e non solo di Assotrasporti.

Il ciclo dei convegni si è chiuso domenica con un focus sulla sicurezza stradale, nel quale hanno partecipato case costruttrici, europarlamentari ed esperti in materia. Nei prossimi giorni verranno pubblicati approfondimenti sui singoli incontri.

L’impegno di Assotrasporti nella categoria è stato ricompensato, da parte della base e grazie alla presenza proattiva delle istituzioni. Nel frattempo, l’azione di difesa sindacale proseguirà senza arresti. 

(Fonte: Assotrasporti)

© TN Trasportonotizie - Riproduzione riservata

Facebook TN Twitter TN

Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. Chiudendo questo banner acconsenti all’'uso dei cookie. Se vuoi avere ulteriori informazioni o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la privacy policy.

Accettare i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information